Braia: dall’agricoltura risorse per contrastare lo spopolamento delle aree rurali

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

“Adempimenti, tempistica e aspetti tecnici relativi alle progettualità della Misura 7.4. ma anche visione e prospettiva. Attraverso il Psr Basilicata 2014-2020 finanziamo l’implementazione di opere e servizi utili alla collettività, nel solco di una realizzazione strategica soprattutto a partire dalle comunità rurali svantaggiate della nostra regione, con indice di spopolamento più alto, fornendo strumenti e risorse per contrastare il fenomeno e aprendo la via a una nuova stagione di protagonismo per i nostri comuni a cui faremo seguire, a breve, i bandi relativi a viabilità e condotte. "Lo ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia nel corso del momento formativo/informativo svoltosi questa mattina presso la Sala Inguscio della Regione Basilicata a cui sono intervenuti anche Giovanni Oliva, Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura, Giuseppe Eligiato, Dirigente e Responsabile di Misura, Sandro Fava del Formez PA.
“Vogliamo investire sul territorio, ha sottolineato l’Assessore Braia. E’ questa la direzione strategica da perseguire, mettendo nelle condizioni i cittadini di utilizzare servizi sul posto dove vivono, per generare economia. La misura sostiene investimenti finalizzati ad offrire servizi socio assistenziali da asili e ludoteche alla telemedicina, servizi culturali come ad esempio biblioteche multimediali e con realtà aumentata, ricreativi, sportivi come ad esempio il bike sharing e campetti multifunzionali, da rendere più accessibili ad abitanti e imprese, anche con miglioramento dell’accesso alla rete wifi per fruire di servizi digitali, ma anche azioni per la valorizzazione del patrimonio naturalistico.
Era importante e necessario, oggi, fare il punto con gli amministratori dei 44 Comuni e delle 3 Unioni di comuni che hanno sottoscritto e ritirato, questa mattina, i provvedimenti di concessione per i beneficiari della Misura 7.4 “Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali” e 7.4 Unioni di Comuni del PSR Basilicata 2014/2020. Complessivamente sono 5,2 milioni di euro destinati al miglioramento dei servizi di base e di conseguenza della vita delle aree rurali che avranno ricadute nei territori di tipo economico, sociale, occupazionale, con una significativa novità che è quella del recupero dell’IVA.
Abbiamo coinvolto - conclude Braia - in una collaborazione e sinergia che si stanno rivelando molto proficue il Formez Pa, in modo da poter fornire tutte le indicazioni ai Sindaci e al loro staff tecnico rispetto alla gestione delle procedure di gare e appalti ma anche di rendicontazione. Vogliamo prevenire ed evitare la rincorsa contro il tempo verificatasi a chiusura della precedente programmazione E’ attivo, ad ulteriore servizio messo a disposizione delle nostre comunità, lo sportello informativo dedicato agli enti locali, beneficiari delle misure del Psr 2014-2020.
Un'azione che proseguirà con la seconda finestra del bando la cui scadenza è fissata per il 16 luglio prossimo e che si collega anche con l’attivazione della misura 7.5 di cui sono in via di definizione le graduatorie definitive.”
Per la sottomisura 7.4 destinata ai Comuni, sono 44 le domande di sostegno ammesse e finanziate, delle 105 pervenute, per un totale di 4 milioni di euro. Hanno ritirato i provvedimenti di concessione i Comuni di: Albano, Pescopagano Craco, Sasso di Castalda, Gorgoglione, Aliano, Garaguso, Calvello, Miglionico, Viggiano, Brienza, Latronico, Armento, San Costantino Albanese, Gallicchio, Castelgrande, Cancellara, San Severino Lucano, Laurenzana, Irsina, Pignola, San Martino D’Agri, Campomaggiore, Castelmezzano, Noepoli, Pietrapertosa, San Giorgio Lucano, Terranova di Pollino, Spinoso, Valsinni, Grumento Nova, Balvano, San Fele, Rotonda, Marsiconuovo, San Paolo Albanese, Cirigliano, Castelluccio Superiore, Rapone, Savoia di Lucania, Montemurro, Episcopia, Vietri di Potenza, Filiano.
Per la sottomisura 7.4 Unioni dei comuni, sono 3 le istanze ammesse a finanziamento sulle 10 partecipanti al bando, per un totale di circa 1,2 milioni di euro, che hanno ritirato i provvedimenti di concessione: Unione dei Comuni Val Camastra Basento, Unione Lucana del Lagonegrese e Unione dei Comuni Alto Bradano.

LOGO PIZZERIA GIO

LOGO FUTUR SHOW LEONE MARCELLOFRANTOIO DISABATO HOME

FIORICENTRO
Totem SPOSI web copia
LOGO CASEIFICO SCOCUZZA
LOGO SYSTEM ARREDAMENTI quadrato
Logo centro polispecialistico

LOGO MONTESCAGLIOSO NEL MONDO 01

LOGO RADIO

BANNER_EMAIL



MONTE SPORT copia

BANNER FINALE