Braia: filiera latte lucano trasparente e certificata strategica per la Basilicata

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

FOTO HOME STALLA“Per la filiera del latte è un momento storico importantissimo.
Finalmente conquistata la certificazione obbligatoria in etichetta della provenienza del latte attraverso cui i consumatori potranno così conoscere con trasparenza e sicurezza cosa mangiano, quasi come se ci fosse la firma di 1,7 milioni di mucche italiane o quella dei nostri ovicaprini sui prodotti trasformati, a partire dalla mozzarella, simbolo del Made in Italy.”

Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia, intervenendo al convegno dal titolo “20 aprile 2017: inizio di una nuova storia tutta italiana sulla filiera del latte” organizzato da Coldiretti Basilicata ad Atella presso “Fattorie Donna Giulia” questa mattina.
“Oltre ai 48 formaggi certificati Ue anche i 487 prodotti lattiero-caseari non certificati hanno da oggi in poi la possibilità di avere una identità. E’ il momento giusto – ha proseguito Braia - per pensare di costruire un brand Basilicata e un marchio ombrello del lattiero caseario, facendoci trovare pronti con un sistema più performante che deve necessariamente comprendere tutto il processo, dalle fasi di produzione a quella della lavorazione, trasformazione e commercializzazione.
Entro le prime settimane di maggio prevediamo di uscire con il bando per le filiere del Psr Basilicata 2014-2020: sarà data grande attenzione alla trasformazione e commercializzazione, che ad oggi sono i veri anelli deboli della catena produttiva lucana.
L’aspetto aggregativo gioca un ruolo decisivo, i costi più che ridurli vanno ottimizzati evitando gli sprechi. La responsabilità di tutti i protagonisti della filiera ma anche della politica e delle istituzioni in questo processo è enorme, per essere competitivi sui mercati.
Il nostro latte ed i prodotti lattiero caseari devono, oggi più che mai, distinguersi nel mercato. E’ fondamentale puntare sulla qualità con la tipicizzazione e legarsi al territorio per soddisfare un consumatore sempre più esigente ed attento. Rassicurare, quindi, per la qualità e la bontà ma, soprattutto, in termini di salute, sicurezza e benessere diventa strategico.
Gli allevatori lucani - ha sottolineato l’assessore - devono prendere oggi consapevolezza che la strada intrapresa del legare il latte lucano all'identità della regione è strategica per tutto il comparto. Il dipartimento continuerà a sostenere l’aggregazione anche attraverso le misure del Psr destinate alle filiere, al miglioramento aziendale, all’innovazione, alla promozione ed alla valorizzazione.
Sono convinto, infine, - ha concluso Braia - che dobbiamo sicuramente continuare il lavoro politico/istituzionale a tutti i livelli, per l’inserimento dell’obbligo origine a tutti i prodotti dell’agroalimentare”.

LOGO MONTESCAGLIOSO NEL MONDO 01

LOGO casa vacanza home

FOTO LOGO ACCARDO PREZIOSI

LOGO FUTUR SHOW LEONE MARCELLO

FIORICENTRO

LOGO CASEIFICO SCOCUZZA
Logo centro polispecialistico
BLUWASH LOGO
LOGO SYSTEM ARREDAMENTI quadrato

LOGO MOBILIA RIGHT

Totem SPOSI web

BANNER_EMAIL



SUDITALIAVIDEOYouTubeChannel

youtube

MONTE SPORT copia

BANNER FINALE