Industria 4.0, Cifarelli: “rivoluzione culturale e industriale”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

“La digital transformation, l’innovazione e lo sviluppo sono asset sui quali stiamo lavorando in maniera proficua per cogliere opportunità, dare sostegno al tessuto imprenditoriale esistente e incentivare la nascita di nuove esperienze.

Ci è ben chiaro il cambio delle economie di scala, i nuovi modi di produzione e le nuove risposte ad una diversa domanda. Il nostro compito è quello di indirizzare le risorse per creare le precondizioni utili agli investimenti. In questo solco si colloca, ad esempio, l’estensione della Banda Ultra Larga che, per la nostra regione, ha assunto il valore di una grande opera pubblica”. E’ il contenuto del messaggio di saluto che il Presidente Marcello Pittella ha fatto arrivare ai partecipanti al convegno dal titolo “Connessi al futuro. Per le imprese, con le imprese” che si è svolto oggi. a partire dal primo pomeriggio. Impossibilitato a prendere parte all’evento, organizzato da Confindustria Basilicata, insieme a Regione Basilicata e Camera di Commercio di Potenza, nello stabilimento produttivo Patrone e Mongiello nell’area industriale di Tito scalo, il governatore lucano ha tenuto a sottolineare che: “Il tema è molto caro al questo governo regionale che non è spettatore passivo del cambiamento, ma ne è volenteroso precursore”.

Il convegno è stata l’occasione per presentare l’Avviso pubblico “Industria 4.0 – agevolazioni per l’innovazione e lo sviluppo di tecnologie abilitanti”. “La Regione – ha detto l’Assessore alle Attività produttive, Roberto Cifarelli - intende partecipare a questo grande processo di rivoluzione culturale e industriale attraverso una anticipazione e una collaborazione con gli interventi del governo nazionale e attraverso una serie di azioni: con il bando Industria 4.0 con 12,5 milioni di euro messi a disposizione delle imprese a valere sui fondi della ex card carburante; con altri 1,7 milioni di euro abbiamo finanziato recentemente 18 dottorati di ricerca con l’Università della Basilicata e quella di Bari; stiamo lavorando per l’alternanza scuola-lavoro finalizzata ad Industria 4.0; con altri 2 milioni di euro abbiamo finanziato due incubatori di impresa uno a Potenza e uno a Matera, per le imprese innovative, intelligenti, smart. La Regione Basilicata, dunque, a pieno titolo vuole partecipare a questa sfida mondiale per fare in modo che il Paese Italia sia pronto nel più breve tempo possibile per questa grande competizione.Noi - ha concluso - abbiamo condiviso con le associazioni di categoria i contenuti del bando Industria 4.0. Adesso si tratta semplicemente di metterlo a punto e di approvarlo in Giunta. Credo che per la pubblicazione si dovrà aspettare una quindicina di giorni”.

“Alle nuove sfide lanciate dalla quarta rivoluzione industriale che stiamo attraversando la Regione Basilicata sta rispondendo con azioni di sistema”. Lo ha detto Giuseppina Lovecchio del dipartimento Politiche di Sviluppo, lavoro, formazione e ricerca della Regione Basilicata nell’ambito della tavola rotonda che ha focalizzato l’attenzione su incentivi e soluzioni fiscali previsti dal Piano Industria 4.0 e confermati dalla recente Legge di Bilancio per il 2018. “In particolare – ha evidenziato Lovecchio - il pacchetto di bandi Industria 4.0 fornisce agli imprenditori delle piccole, medie e grandi aziende la possibilità di usufruire di misure che sono complementari a quelle previste a livello nazionale (iper e super ammortamento, credito d’imposta per investimenti al Sud). Gli imprenditori ne potranno fare tesoro per intraprendere la strada del cambiamento produttivo, che è prima di tutto un cambiamento culturale. Le associazioni di categoria, oltre a Sviluppo Basilicata quale punto di riferimento, svolgeranno un ruolo attivo in questo processo di cambiamento accompagnando gli imprenditori in questa trasformazione, attraverso azioni mirate e progettuali e l’attivazione di canali di informazione su tutto il territorio”.

L’evento ha inteso sensibilizzare gli imprenditori lucani sulle opportunità dell’innovazione, ai fini della crescita e della competitività e presentare gli strumenti che hanno concretamente a disposizione. Oltre ai saluti del presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, e del presidente della Camera di Commercio di Potenza, Michele Somma, è intervenuta, tra gli altri, anche la responsabile di Impresa 4.0 di Confindustria Basilicata, Gabriella Megale che ha ufficializzato la nascita del Digital Innovation Hub Basilicata recentemente costituito da Confindustria Basilicata, in attuazione di quanto previsto dal Piano Industria 4.0 del Governo. La Camera di Commercio di Potenza ha, infine, illustrato il ruolo dei Punti di Innovazione Digitale (PID) di Unioncamere, che si occupano della diffusione locale della conoscenza di base sulle tecnologie in ambito industria.
Uff. stampa Reg. Basilicata

LOGO PIZZERIA GIO

LOGO FUTUR SHOW LEONE MARCELLOFRANTOIO DISABATO HOME

FIORICENTRO
Totem SPOSI web copia
LOGO CASEIFICO SCOCUZZA
LOGO SYSTEM ARREDAMENTI quadrato
Logo centro polispecialistico

LOGO MONTESCAGLIOSO NEL MONDO 01

LOGO RADIO

BANNER_EMAIL



MONTE SPORT copia

BANNER FINALE